“Un folletto nel fienile” – fiaba lirica ad opera del Maestro Compositore Angelo Palmisano e dello scrittore Mario Contino.

UN FOLLETTO NEL FIENILE, questo è il nome della Fiaba Lirica nata dalla creatività dello scrittore Mario Contino e del Maestro Compositore Angelo Palmisano..Un Folletto Nel Fienile.Testo: Mario Contino – Musica: M° Palmisano Angelo.”Quando ci si accinge a comporre per le voci, non si può non considerare il lascito delle opere d’arte che i nostri predecessori ci hanno tramandato, ovvero il melodramma. In questa forma d’arte la poesia gioca un ruolo fondamentale, con essa si dà il La (per usare un eufemismo musicale) alla composizione musicale. Il compositore dipinge con i suoi colori ciò che il testo gli suggerisce e gli evoca. Questo è avvenuto nell’opera “Un folletto nel fienile”, il cui componimento in versi ed in quartine, è stato realizzato dallo scrittore Mario Contino; la parte musicale invece è stata composta dal Maestro Angelo Palmisano.Nello specifico non possiamo parlare di vera e propria opera perchè non vi sono intrecci secondari, conflitti passionali o la canonica suddivisione in atti, piuttosto si potrebbe definire una grossa scena lirica con pochissime interruzioni.Il discorso musicale è un continuo divenire che ripercorre i temi principali (correlati ai personaggi o alla situazione drammaturgica) in forme diverse, uno sviluppo continuo. Non vi sono scene chiuse come i nostri avi erano soliti fare. La vicenda ha il sapore di una fiaba, come il titolo del componimento stesso ci suggerisce, che coinvolge solo tre personaggi ed un coretto che apre e chiude la fiaba stessa. E’ rivolto ad un pubblico eterogeneo, di tutte le età.Le voci trattate sono di natura lirica e la forma musicale utilizza stilemi che possono definirsi musica cinematografica, altre strutture che rimandano invece al melodramma ottocentesco vero e proprio, ed infine alcuni tratti del musical.Per riassumere i diversi concetti si può dire che l’intento dei nostri artisti, è quello di convogliare le risorse che ci hanno lasciato dal passato, con i linguaggi più moderni, senza staccarsi troppo dalla tonalità e soprattutto dalla modalità.

This website uses cookies. By continuing to use this site, you accept our use of cookies.  Per saperne di più