UFOUFO è l’acronimo dell’inglese Unidentified Flying Object o Unknown Flying Object, ovvero oggetto volante non identificato.
Con tale sigla sono comunemente indicati i fenomeni aerei anomali, non immediatamente identificabili dall’osservatore che non è quindi capace di determinarne l’origine e la natura, e che rimangono ignoti anche a seguito di verifiche operate da periti esperti (come stabilito dalla United States Air Force nel 1952).

UFO, il fenomeno

Il primo avvistamento ufologico reso pubblico e ampliamente divulgato a mezzo stampa, risale al lontano 1947, il testimone fu un pilota molto esperto e degno di stima: Kenneth Amold.

Nel corso dei decenni le ipotesi sugli UFO, oggi meglio identificati con l’acronimo UAP (Unidentified Aerial Phenomenon), ritenuti autentici, sono state molteplici ed in moltissime occasioni i vari governi hanno ammesso l’esistenza di tali fenomeni, anche se non si sono mai azzardati a confermare un origine aliena o extraterrestre degli stessi.
A livello popolare la teoria più nota rimane comunque quella che vorrebbe tale fenomeno legato alla presenza di civiltà aliene che, tramite i loro mezzi tecnologicamente avanzati (dischi volanti) e capaci di sfidare le leggi della nostra fisica, verrebbero a visitare il nostro pianeta e a studiare o monitorare la civiltà umana.

UFO, ricerche anche in Puglia

Esistono ricercatori, sia legati ad enti governativi che civili, che da anni studiano i fenomeni ufologici con serietà e dedizione, classificando e catalogando migliaia di testimonianze con metodica scientifica.
Sebbene buona parte degli avvistamenti UFO si dimostrano essere fenomeni del tutto spiegabili razionalmente, esiste una percentuale di testimonianze che si riferiscono ad eventi del tutto straordinari e dei quali non è possibile determinare l’origine e la natura nemmeno a seguito di perizie tecniche e scientifiche.

Di tali ricerche si occupa da decenni il CUN (Centro Ufologico Nazionale), tra le organizzazioni più autorevoli al mondo per ciò che concerne la particolare tipologia di ricerca, presieduta più volte dal Dott. Pinotti Roberto il quale ha pubblicato numerosi libri sull’argomento e tra i massimi esperti mondiali di ufologia.
Il CUN è operativo in tutto il mondo, in tutta Italia e, ovviamente, anche in Puglia.

In Puglia gli avvistamenti di UFO sono molto numerosi ed ogni anno vengono studiate e classificate decine se non centinaia di testimonianze al riguardo.
Anche io, come ricercatore nell’ambito delle fenomenologie cosiddette del paranormale, ed ergo anche relative all’ufologia, ho potuto raccogliere alcune testimonianze in merito.

UFO IN PUGLIA

Ad esempio, il 7 settembre del 2014 registrai il caso di un UFO segnalato da un testimone presso Giovinazzo (BA).
Nello specifico caso si trattava di un oggetto luminoso che, dopo aver stazionato in aria senza produrre alcun suono udibile, sarebbe schizzato via a velocità inimmaginabile.
Tale segnalazione fu da me riportata sul “Giornale di Puglia” e ripresa da differenti organi di stampa, nonché dallo stesso Centro Ufologico Nazionale.
Lo stesso anno, precisamente il giorno 8 dicembre 2014, raccolsi un’altra testimonianza proveniente da Lecce, anch’essa riportata sul “Giornale di Puglia” e poi rimbalzata su altre testate giornalistiche.
Il testimone descrisse una luce rossa – arancione, molto intensa e fissa a mezz’aria che improvvisamente aumentò di quota ad altissima velocità.
Questo corpo luminescente avrebbe effettuato un movimento orizzontale per poi accelerare improvvisamente è sparire nel nulla.
Anche in questo caso l’oggetto non avrebbe emesso alcun suono udibile ed il bagliore fisso ed accecante, nonché i precisi movimenti, fecero escludere l’ipotesi di una lanterna cinese o altro tipo di creazione umana.

Più recentemente, nel 2020, un testimone che identificherò con le iniziali C. M. mi riferì d aver visto casualmente un UFO su Monopoli, non ricordava bene il periodo per questo non potetti confrontare la sua dichiarazione con eventuali altri avvistamenti segnalati da terzi testimoni presunti o probabili.
C. M. mi disse di aver casualmente guardato il cielo sopra la sua testa, verso le 19, era autunno e le giornate si erano accorciate quindi era il crepuscolo.
In quel momento vide una strana “V” volare silenziosa, apparentemente ad un altitudine bassa, circa 400/500 m sul livello del mare, descrivendola come un oggetto molto grande.
Il testimone mi disse che vide solo i bordi di questo oggetto, il centro era trasparente come se lo sguardo potesse oltrepassarlo e quindi osservare il cielo al di la di esso.
La “V” era data da oggetti bianchi simili agli illuminatori porta neon rettangolari (plafoniere rettangolari), spesso presenti negli uffici pubblici, e ne fuoriusciva una luce bianca lattiginosa.
Chiesi al testimone se avesse potuto scambiare uno storno di uccelli migratori bianchi, in formazione a “V”, per l’UFO in questione, la sua risposta fu un netto NO, mi disse che aveva ben presente il volo degli uccelli migratori e che comunque quell’oggetto svanì in pochi secondi senza lasciare tracce, non scomparve all’orizzonte ma nel nulla.

Che gli Alieni gradiscano le meraviglie della nostra Puglia?
Non potrei che essere d’accordo con loro.

Mario Contino

This website uses cookies. By continuing to use this site, you accept our use of cookies.  Per saperne di più