La burrata di Andria

La Burrata di Andria è un formaggio I.G.P. realizzato con latte vaccino.
Si presenta a pasta filata dalla tipica forma di sacca con la caratteristica chiusura apicale.
Il suo ripieno è composto da straccetti di pasta filata e panna (noti come stracciatella).

Si tratta di un prodotto pregiato, molto apprezzato, inserito tra gli antipasti dei più importanti ristoranti pugliesi.
La Burrata di Andria è caratterizzata da un processo produttivo manuale, ad opera dei mastri casari pugliesi, dalla sfilacciatura del ripieno alla tipica chiusura del sacchetto di pasta filata. La preparazione della “stracciatella” a mano, ossia strappando e sfilacciando la pasta filata, consente al ripieno di amalgamarsi alla panna in modo equilibrato a differenza delle lavorazioni meccaniche-industriali.

L’invenzione della burrata è leggenda, si narra che presso un’antica masseria di Andria, Lorenzo Bianchino, abbia inventato la burrata dovendo consumare il latte bloccato da una fitta nevicata, ergo non commercializzabile. Dovendo necessariamente trasformarlo per evitare il suo deterioramento e dovendo utilizzare anche la panna decise di creare il capolavoro del quale oggi possiamo godere.

Mario Contino


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This website uses cookies. By continuing to use this site, you accept our use of cookies.  Per saperne di più